Pubblicato in: Disagio

Fenomenologia del trader online

Wolf_Of_Wall_Street_jpg_CROP_rectangle3-large.jpg

Crisi, disoccupazione ed una discreta linea ADSL hanno generato la suddetta figura, che giorno dopo giorno infesta i nostri social diffondendosi e mietendo vittime come non succedeva dai tempi del colera (generando in me pressoché gli stessi sintomi).

Il trader, essere mitologico metà uomo e metà postepay di mamma, ogni mattina si sveglia e sa che dovrà condividere sul suo profilo i seguenti post, in ordine sparso:

Continua a leggere “Fenomenologia del trader online”

Pubblicato in: Disagio

La cartella “Altro” su Facebook

Per puro caso, mi è caduto l’occhio sulla cartella “Altro” della chat di Facebook.

L’ho aperta. Con essa si è aperto anche un universo costellato di proposte di lavoro in Australia, rituali esoterici ed orge per invocare divinità antiche e blasfeme, avrei potuto anche avere quattro mogli arabe, un set di pentole ad un prezzo SCONTATISSIMO ed un fisico considerevole grazie a speciali pillole proteiche (in grado di farti avere degli addominali da paura, mentre comodamente esplori i misteri delle tue narici con le dita).

Capite quindi la metafora? Tutto ciò serve a insegnarvi che la vita è piena di opportunità, solo che spesso ve le nasconde nella cartella “Altro”.

altrodafacebook.jpg

Pubblicato in: Racconti

“Alcuni voglion fare Jazz”

Era già il quarto bicchiere di brandy per Big Smoke, la più nera tra le voci nere del jazz dei nostri tempi.

In realtà la pelle di Big Smoke tendeva più al color caramello che al nero vero e proprio, ma questo a noi non interessa. Big Smoke era un regolare cittadino americano, con tanto di tessera della NRA in tasca e pistola nel cassetto.

Dicevo..

Il noto cantante stava già versandosi il quinto bicchiere, chiuso nel suo camerino.

“Sono nel più famoso locale di New Orleans e la mia band è sparita. Porca PENTATONICA!!”

musica-jazz-band.jpg

(Nota dell'autore: Non condividendo il linguaggio scurrile del mio personaggio, censurerò ogni parolaccia con "PENTATONICA" per mantenere una certa creanza e serietà, ecchediamine!)

Louis, il manager del “Big Smoke Quintet”, entrò trafelato nella stanza.

Continua a leggere ““Alcuni voglion fare Jazz””