Pubblicato in: Disagio

Heidi: Ti Sorridono i Tram (Ep.1)

Vivo e lavoro a Milano da tre anni e qualcosa.

Fortunatamente ho un buon lavoro nel settore che mi piace ed un ottimo contratto.

Sfortunatamente per trovare tutto ciò mi sono dovuto spostare nella città della Madunina.

Proprio io, nato e cresciuto per vent’anni sui monti dell’estremo nord del Piemonte, mi sono ritrovato a vivere in quello che per me e i miei paesani viene spesso etichettato come un mondo di terrori e sofferenze, il punto di non ritorno, l’Inferno dantesco dove i gironi prendono il nome di Lambrate, Quarto Oggiaro, Porta Venezia e via dicendo.milano-blocco-traffico

Inutile descrivervi la sensazione di smarrimento dei primi tempi. La stessa di Tarzan quando viene portato a Londra, ma in una terra dove fanno l’ “ape” sui Navigli al posto del tè delle cinque.

Questo sentirsi perennemente fuori luogo e totalmente alieno è una caratteristiche che tuttora mi pervade. Non riuscirò mai ad abituarmi a questo strano mondo e alla sua vita.

Ad ogni modo, in questi lunghi anni di stress e smog, vi sono state diverse scene che altro non testimoniano che la mia inadeguatezza in questa realtà totalmente diversa e contrastante con la mia. La realtà di un novello Heidi con la barba.

Continua a leggere “Heidi: Ti Sorridono i Tram (Ep.1)”

Annunci